EVENTI, l’importanza dell’agenzia

È opinione diffusa che per svolgere il mestiere dell’organizzatore di eventi non siano necessarie competenze professionali specifiche, ma solo saper mettere in buon ordine le tessere di un puzzle.

L’Italia non è solo il Paese dove tutti sono Commissari Tecnici della Nazionale di calcio, ma anche quello in cui tutti si dicono capaci di organizzare eventi e ricorrere all’aiuto di un’agenzia di professionisti è troppo spesso ritenuto inutile. Il fai da te è inoltre considerato un elemento di risparmio perché evita l’utilizzo di un intermediario. Se esistono casi in cui fare da soli risulta essere una scelta adeguata, perché mette in gioco energie commisurate all’obiettivo finale, il più delle volte questo tipo di approccio non garantisce la qualità del prodotto finale e rischia di trasformare un’opportunità di comunicazione e di business in un autogol.
Quando si tratta di un’organizzazione complessa è realmente opportuno affidarsi all’esperienza di chi sa gestire in modo integrato ed efficiente tutti gli aspetti di un evento, sia dal punto di vista della progettazione che nella fase di realizzazione. Inoltre, la conoscenza del mercato e delle sue regole rappresenta un ulteriore punto di forza per l’agenzia, che può contare su un potere di acquisto che permette di condurre, per conto dei propri clienti, trattative sempre efficaci e al riparo da sorprese.


Per tutti questi motivi il ricorso a un’agenzia più che una controindicazione è il primo passo verso il successo dell’iniziativa e l’unico modo per raggiungere gli obiettivi.